AVIS
AVIS

https://www.ladige.it/territori/lavis-rotaliana/2015/04/16/mezzocorona-lavis-guarda-nuove-generazioni

Gio, 16/04/2015 – 10:44

A conferma della  vitalità e del costante impegno dell’associazione, l’assemblea Avis a Mezzocorona ha visto una numerosa partecipazione. Il gruppo registra numeri di tutto rispetto: 306 soci per un totale di  420 donazioni annue. Da anni opera sull’intero territorio rotaliano con soci donatori provenienti dai comuni limitrofi di San Michele, Grumo, Rovere’ della Luna e Faedo. 

Il presidente Eugenio Ziller ha illustrato le numerose iniziative promosse durante il corso dell’anno e ha sottolineato la vivacità delle proposte che puntano ad attirare e sensibilizzare sempre più persone, in particolare i giovani, sui temi del volontariato e della solidarietà gratuita. Diversi gli ambiti in cui spaziano le attività dell’Avis: dallo sport alla cultura, non dimenticando il benessere e la salute. 

A maggio Avis ha collaborato con l’associazione ciclisica «Velo Sport» per organizzare e premiare i 250 atleti giovanissimi partecipanti al 25° «Trofeo Avis» «8° Memorial Francesco Martini», al quale è seguito lo spettacolo comico di Loredana Cont e la serata con il dottor Lovisi che ha illustrato nuovi utilizzi dei derivati del sangue. In estate è stata la volta degli appassionati di camminata, con il ritrovo presso la baita «Maderlina» ed a settembre, immancabile, la presenza durante il «Settembre Rotaliano» dove l’Avis gestisce uno dei più frequentati stand enogastronomici. 

Particolarmente importante l’attività di promozione alla salute organizzata in collaborazione con le scuole primarie e secondarie del territorio presso le quali si recano i volontari Gabriele Venturini e Carlo Gabrielli per diffondere valori e stili di vita salutari. 

«È importante continuare la nostra opera di sensibilizzazione alla donazione di sangue, partendo dal coinvolgimento delle nuove generazioni. Solo trasmettendo la nostra passione e lo spirito mutualistico che ci anima, riusciremo a garantire aiuto a molti malati» ha ricordato il presidente Ziller citando l’esempio del giovane segretario della sezione Mattia Rossi, già impegnato da anni.